promozione

Cenerino® su “La Voce del Tabaccaio”

"Un cono mangia sigarette per i fumatori eco-chic"
Così titola "La Voce del Tabaccaio" l'articolo dedicato a Cenerino®, il portacenere da spiaggia by Esistono

“La Voce del Tabaccaio”, l’organo di informazione ufficiale della Federazione Italiana Tabaccai, titola così l'articolo su Cenerino®, il portacenere da spiaggia by Esistono: "Un cono mangia sigarette per i fumatori eco-chic". La rivista, realizzata interamente a colori, con una foliazione media di 112 pagine a numero ed una tiratura settimanale di circa 48.000 copie, viene inviate solo ed esclusivamente agli associati della Federazione ed agli operatori del settore tabaccheria e per questo rappresenta un insostituibile strumento di comunicazione, anche commerciale, per la categoria dei rivenditori di generi di monopolio.

> leggi

promozione

Ecco come si usa il Cenerino!

Prendi tranquillamente il sole sulla riva del mare!
Getta mozziconi e altri piccoli rifiuti nel tuo cenerino.

E a fine giornata, quando è ora di tornare a casa ....
....svuotalo nel cestino della spazzatura più vicino e mettilo di nuovo in borsa per riutilizzarlo quando vuoi!

> leggi

promozione

Spiagge pulite, senza mozziconi di sigaretta

Già tante amministrazioni italiane ed europee hanno scelto Cenerino, il portacenere in movimento by Esistono®, per ovviare alla problematica

L'estate si sta avvicinando e le spiagge si cominciano a ripopolare con il primo sole. Ma con il primo sole torna anche l'odiosa pratica di spegnere la sigaretta nella sabbia, o ancora peggio, gettarla in acqua. I dati riportano che in Europa la sensibilità dei cittadini verso i temi ambientali pare particolarmente elevata, al punto che 9 europei su 10 ritengono “importante” la protezione dell’ambiente e altrettanti si dichiarano consapevoli che le loro azioni possono giocare un ruolo nella protezione ambientale. Già tante amministrazioni italiane ed europee hanno scelto Cenerino, il portacenere in movimento by Esistono®, per ovviare alla problematica. Il simpatico cono colorato potrebbe diventare il gadget indispensabile per rispettare i nostri litorali.

> leggi

promozione

"Amici di Punta Aderci" veri amici dell'ambiente

Sono ormai tre anni che l'associazione "Amici di Punta Aderci" (splendida riserva naturale abruzzese nel Comune di Vasto) sceglie il Cenerino come strumento di promozione ambientale.

L’area protetta è la prima istituita in Abruzzo nella fascia costiera e nasce dall’esigenza di conciliare l’aspetto naturalistico dell’area con quello turistico, relativo alla fruibilità delle spiagge. Ma gli "Amici di Punta Aderci" sono andati anche oltre: come testimonia l'immagine hanno creato un vero e proprio "punto informativo" all'ingresso della spiaggia motivando e promuovendo l'uso del Cenerino: "Non abbandonare i mozziconi di sigarette sulla spiaggia! Usa questo posacenere tascabile, spegni i tuoi mozziconi nella sabbia e raccoglili nel Cenerino. Puoi svuotarlo nell'apposito contenitore all'inizio della passerella...Puoi prendere in prestito il tuo Cenerino e riportarlo a fine giornata nell'apposito contenitore. Se invece lo vuoi portare sempre con te ed utilizzarlo ovunque prendine uno nuovo e lasciaci un'offerta...potrebbe essere anche una bella idea regalo per un amico...!"

Clicca per saperne di più sul Cenerino a Punta Aderci...

> leggi

promozione

Cenerino volano di iniziative pro ambiente

Si moltiplicano le singole iniziative a favore dell'ambiente anche grazie a Cenerino, il posacenere da spiaggia.

Questa settimana è la volta di Bagnotrentotto di Marina di Eboli, i cui giovani proprietari hanno lanciato la campagna "Insieme per una spiaggia più pulita" sensibilizzando i loro clienti al rispetto e all'amore per il mare. B38 non è nuovo all'utilizzo del Cenerino che, come recita la locandina, è "comodo da usare, ecologico e riutilizzabile, e concorrerà a mantenere la nostra spiaggia più pulita".

> leggi

promozione

... quando un'immagine vale più di mille parole!

> leggi

promozione

Attivismo ecologista in Lecciona

Segnaliamo con estremo piacere l'iniziativa "Basta cicche in Lecciona*" di un gruppo di persone che, come Esistono, crede che i piccoli gesti quotidiani di ciascuno di noi possano innescare un circuito virtuoso che aiuta il territorio e l'ambiente.

Tratto da Diverso Toscana: "Abbiamo deciso di investire qualche ora delle nostre ferie in un gesto concreto. Dai creativi italo-catalani di Esistono abbiamo comprato un po' di "Cenerino Small", una delle loro brillanti soluzioni per una vita quotidiana ecologicamente sostenibile, più rispettosa, più gentile. Ci siamo organizzati per diffonderli lungo la Lecciona, raccogliendo dalle persone un piccolo contributo per continuare ad alimentare il nostro attivismo civico ed ecologista.
Le reazioni? Tante persone, per loro fortuna, non fumano più.
Tanti fumatori, troppi, ci ignorano. Alcuni ci guardano con la cicca di sigaretta in mano, mentre la loro cenere continua a cadere sulla spiaggia, come se fossimo marziani. E' davvero incredibile come tante persone, che, in strada o in altri posti pubblici, non si sognerebbero mai di lasciar cadere per terra un pezzettino di carta, gettino invece a terra i loro mozziconi di sigaretta (e magari anche le cicche di gomma da masticare?), come se niente fosse, con una leggerezza davvero insostenibile.
Alcuni invece ci sostengono, prendono i nostri porta-cicche, per sé e anche per i loro amici. Sono una classica minoranza creativa. Quel tipo di persone, davvero belle, che a sera, dopo una giornata di spiaggia, la lasciano più pulita di come l'hanno trovata.
I più simpatici sono quelli che conoscono già i cenerini e altri porta-cicche, ma quando poi li cercano nella borsa non li trovano! Ci guardano sconsolati, sentendosi in colpa per averli dimenticati. Via su, che non ci siamo messi a distribuire porta-cicche per alimentare un improprio moralismo, ma per ricordare a tutti che piccole soluzioni esistono, che piccoli gesti servono, che ciascuno di noi può fare qualcosa, non importa quanto piccola, per la Lecciona, per la Toscana, per il mondo".


*La Spiaggia della Lecciona è una delle poche spiagge italiane che ancora preserva il suo stato naturale. È situata fra Torre del Lago e Viareggio, in Lucchesìa

> leggi

promozione

A Novara vengono distribuiti gratuitamente 5.000 posacenere tascabili

Il Comune di Novara spera con questa iniziativa rivolta all’educazione ambientale dei cittadini di arginare finalmente l’abbandono dei mozziconi sul suolo pubblico.

Il Comune di Novara ha già tentato di sensibilizzare i propri concittadini a contribuire al decoro urbano con l’installazione in tutta la città di piccole torrette trasparenti per il deposito dei mozziconi, mettendo anche in palio un premio per la zona nella quale fossero state riempite per prime, ma i contenitori sono rimasti quasi vuoti.

L’assessore all’ambiente Giulio Rigotti ha deciso allora di distribuire gratuitamente 5.000 posacenere da tasca in materiale plastico isolante e ignifugo durante la manifestazione sportivaStreet Games che si tiene nella città piemontese dal 22 al 29 giugno 2013, rivolta principalmente ai giovani. Una volta terminata la manifestazione chi volesse il posacenere dalla comoda chiusura a pressione, disponibile in tre colori, può ritirarlo presso gli uffici del Servizio ambiente del Comune. È curioso che lo sponsor del gadget sia la ditta Flavour Art che produce aromi anche per le sigarette elettroniche.

Il Comune di Novara spera con questa iniziativa rivolta all’educazione ambientale dei cittadini di arginare finalmente l’abbandono dei mozziconi sul suolo pubblico. Finora iniziative di questo genere sono state lasciate all’arbitrio dei sindaci, ma proprio in questi giorni la Commissione ambiente se ne sta occupando riprendendo in esame una proposta di legge del 2010 che classifica le sigarette come rifiuti speciali e ne prevede la raccolta differenziata in appositi contenitori, finanziata da un nuovo aumento del prezzo del pacchetto di sigarette. Se la legge sarà approvata, i fumatori avranno vita dura perché quando saranno colti in flagranza mentre buttano per terra i mozziconi rischieranno sanzioni fino a 500 euro.

Pubblicato il 9/07/2013 alle 9:30 in ATTUALITÀ

> leggi

promozione

Oli domestici usatI: soluzioni semplici e pulite per la raccolta

Grazie all'Ecoimbuto Porto Torres è il primo comune sardo a sperimentare il ritiro porta a porta “usa e getta” dell’olio domestico usato

Porto Torres, in collaborazione con l'industria ecologica Il Gabbiano e la Cooperativa Ciclat, è il primo Comune in Sardegna e uno dei primi comuni in Italia a introdurre il ritiro porta a porta “usa e getta” dell’olio domestico usato. La raccolta del mese di novembre, nei quartieri Monte Angellu e Serra Li Pozzi, aveva portato in dote circa 500 litri di residuo da cucina da riciclare. Da fine dicembre, visto il successo, è stata allargata anche ai quartieri Andriolu e Oleandro. L'Ecoimbuto commercializzato da Esistono si inserisce a pressione su qualunque tipo di bottiglia di plastica e, grazie al coperchio stagno, impedisce la fuoriuscita dei cattivi odori.

> leggi

promozione

Oli usati a Porto Torres Raccolta estesa a tutta la città

Gli ottimi risultati raggiunti nei mesi di sperimentazione hanno convinto l'Amministrazione comunale di Porto Torres ad estendere a tutta la città la raccolta dell’olio esausto di uso domestico.
La raccolta sperimentale, che dalla fine del 2011 ha interessato progressivamente fino a sei quartieri, ha garantito il ritiro, finora, di circa 1.600 litri di olio da cucina, evitando la dispersione dei residui nello scarico fognario. L'iniziativa, attuata in collaborazione con l'industria ecologica Il Gabbiano e la Cooperativa Ciclat, pone Porto Torres fra le prime città in Italia in cui viene effettuato il ritiro dell’olio da cucina con la modalità del porta a porta. Nel 2012 il servizio sarà bimestrale e verrà svolto l’ultimo giovedì dei mesi di marzo, maggio, luglio, settembre e novembre. Sta quindi continuando la distribuzione casa per casa del kit informativo e dell’eco-imbuto (commercializzato da Esistono), lo strumento che consente di versare comodamente l’olio nelle bottiglie di plastica e che evita la fuoriuscita dei cattivi odori.

> leggi

promozione

Con Oliver la raccolta dell'olio esausto di casa non è più un problema

Ultimo nato in casa Esistono®, Oliver è il contenitore per la raccolta degli oli esausti domestici. Una volta ultimato di friggere, se non si vuole più riutilizzare l'olio, lo si può versare direttamente dalla padella nel contenitore Oliver.

Ha una capacità di 750 ml ed è composto da due recipienti (uno dentro l’altro): il recipiente esterno è fabbricato in polipropilene e crea una camera d’aria al suo interno consentendoci di maneggiare il contenitore senza il rischio di bruciarci, nonostante l’olio bollente versato al suo interno. Il recipiente interno è invece realizzato in ABS resistente al calore (fino a 100 gradi).
Il contenitore ha un filtro a vite, anch’esso prodotto in ABS resistente al calore, che permette di separare i resti di cibo dall’olio. La sua grande apertura facilita il travaso dell’olio usato. Il tappo a vite e una guarnizione in gomma garantiscono una chiusura ermetica. La grande maniglia ne permette un trasporto agevole. Si smonta completamente e tutti i componenti possono essere messi nella lavastoviglie. Inoltre la base dispone di comodi "piedini" in gomma antiscivolo.

> leggi

promozione

I prodotti di Esistono® selezionati da Acquisti Verdi

Il portale specializzato in web marketing per prodotti green ha selezionati alcuni dei nostri prodotti

Dal mese di novembre alcuni dei prodotti di Esistono® sono stati selezionati dal portale Acquisti Verdi, specializzato in web marketing per le aziende che operano nel settore green, con servizi di visibilità per prodotti e servizi ecologici, per facilitare l’incontro tra le aziende, i loro prodotti e i potenziali clienti (privati, GAS, Aziende, Enti Pubblici). I prodotti di Esistono® hanno brillantemente superato la rigorosa selezione di Acquisti Verdi, che garantisce gli utenti/clienti dal punto di vista della ecologità. I prodotti "segnalati" saranno contrassegnati sul sito di Esistono con l'immagine a corredo di questa news.

> leggi

promozione

Meno preoccupati, ma più attenti alla sostenibilità ambientale

Il sondaggio commissionato da Conai a Ipsos traccia il quadro di come la popolazione italiana concepisce la sostenibilità al giorno d'oggi

Pressati e stressati dalla crisi globale, gli italiani sembrano attribuire minore importanza alle questioni ambientali. Sembrerebbe questo il dato che emerge dal sondaggio Ipsos Pagnoncelli commissionato da Conai. Minore preoccupazione, però, non significa minore attenzione: rispetto a 15 anni fa, infatti, siamo più attenti all’ambiente e lo sono molto di più i singoli cittadini di quanto non lo siano le imprese. Il sondaggio commissionato da Conai non riguarda solo i rifiuti, ma fornisce un quadro di come gli italiani concepiscono la sostenibilità al giorno d'oggi. L'attenzione che cresce anche se l'ambiente non è in testa alle preoccupazioni del momento, come anche la disponibilità alla raccolta differenziata. Senza trascurare la percezione del design, cioè degli oggetti e dei loro imballaggi.

> leggi

promozione

Gli Scout di Milano scelgono l'avvolgipanino di Esistono

Ci vive a contatto con la natura la rispetta e ben comprende l'importanza di non disperdere la spazzatura nell'ambiente

Intelligente iniziativa di Agesci Milano, in particolare del Clan Drum Bun Mi 97, che ha scelto l'avvolgipanino ecologico (boc'n roll) di Esistono per finanziare il campo estivo in Bosnia Erzegovina. Chi, come gli scouts, vive a contatto con la natura e la rispetta, comprende perfettamente il valore di un oggetto come il portapanino che permette di evitare le montagne di spazzatura che inevitabilmente si creano quando grandi gruppi mangiano all'aperto. Bello il video creato per l'iniziativa e bellissimo il payoff dedl volantino:
Con piccoli gesti si costruisce il futuro.
Con piccole attenzioni si cambia il mondo
.
Sottoscriviamo in pieno!

> leggi

Boc'n Roll: il video personalizzato di Agesci Milano

> guarda

promozione

Con “Failadifferenza”, cittadini protagonisti

“Failadifferenza”, questo il titolo della campagna di comunicazione promossa dal ministero dell’Ambiente e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla raccolta differenziata dei rifiuti.

La campagna è “interattiva”, consente cioè ai cittadini, contattando il ministero dell’Ambiente (failadifferenza@minambiente.it) di segnalare disservizi e altre problematiche relative alla gestione della raccolta differenziata sul proprio territorio. Differenziare gli scarti è un passo fondamentale per consentire l’attuazione di un corretto ciclo dei rifiuti. Consente infatti di ridurre in maniera decisiva le quantità da avviare alla termovalorizzazione o in discarica (come purtroppo avviene ancora in molte città Italiane), consente di recuperare valore con la cessione delle materie prime "differenziate” e, di conseguenza, permette il riciclo e recupero dei materiali con un minore impiego di risorse naturali. Ma per un ciclo corretto dei rifiuti è fondamentale, oltre all’impegno delle istituzioni preposte, il contributo di ciascuno perché la differenziata parte dalle case degli italiani. Da qui l’invito del Governo ai cittadini a “differenziare” di più meglio e l’opportunità di essere parte attiva indicando mancanze e problemi al Ministero dell’Ambiente. Perché “ogni azione fa la differenza”.

Ma questo, noi di Esistono, lo sappiamo bene!

> leggi

Straw Wars in Gran Bretagna

No, non è un errore di battitura...Straw Wars (letteralmente "Guerra alle cannucce") è la campagna britannica per l’abolizione dell’abitudine di servire bibite accompagnate dall’immancabile cannuccia usa-e-getta – spesso nient’altro che un inutile abbellimento per i cocktail!

I locali che aderiranno alla campagna potranno decidere se rinunciare del tutto ad offrire cannucce ai loro avventori o se distribuirle soltanto dietro esplicita richiesta da parte dei clienti. Le cannucce di plastica sono uno dei maggiori simboli della cultura usa-e-getta. Essendo solitamente realizzate in materiali non riciclabili, la loro permanenza nelle discariche è destinata a perdurare per decenni. I barman ed i ristoratori che desiderano proseguire nel decorare cocktail, sorbetti e bibite utilizzando le cannucce, potrebbero ad esempio rivolgersi ad alcune alternative realizzate mediante l’impiego di materiali completamente biodegradabili. E’ il caso ad esempio delle cannucce create a partire dagli steli delle spighe di grano o di altri modelli basati sull’impiego di diversi tipi di bioplastiche o del Mater-bi.

> guarda

promozione

È l’Ora della Terra. Sabato 23 marzo luci spente per il clima

La più grande mobilitazione globale per fermare il cambiamento climatico l’anno scorso ha coinvolto oltre due miliardi di persone in settemila città. Nel 2013 prima partecipazione di Assisi. Per aderire: www.wwf.it/oradellaterra

Torna l’Ora della Terra. La più grande mobilitazione globale per fermare il cambiamento climatico si tiene quest’anno sabato 23 marzo, alle 20.30, dopo aver coinvolto nel 2012 oltre due miliardi di persone in settemila città e 152 paesi in un suggestivo giro del mondo a luci spente. Città, cittadini, istituzioni e imprese possono aderire su www.wwf.it/oradellaterra.
Per l’avvicinamento all’ora di risparmio energetico, il Wwf lancia anche in Italia “I will if you will, Io farò se tu farai”: la piattaforma globale vede celebrità e comuni cittadini coinvolti in una sfida di azioni sostenibili per ridurre la propria impronta sul pianeta.

> leggi

promozione

Manico portaborse

Spesa pesante al supermercato?
Con il manico portaborse le mani ringraziano


Fai click su VIDEO PRODOTTO

Mai più mani segnate dalle buste pesanti del supermercato o dai sacchi della spazzatura. Da Esistono® arriva un gadget intelligente e di grandissima praticità ed utilità.
Ci si passano sopra i manici di qualunque borsa di plastica...et voilà... il gioco è fatto e trasportare borse pesanti sarà certamente meno difficoltoso. Leggero ma resistente, è un ottimo gadget da offrire ai propri clienti e un regalo utile per chiunque.
Personalizzabile con logo o messaggio pubblicitario.

> leggi

promozione

Il 70% degli europei vuole bandire gli shopper in plastica

Il 70% dei cittadini Ue vuole il bando sui sacchetti in plastica usa e getta non biodegradabili.

Lo sostiene Legambiente che - citando una consultazione pubblica promossa dalla Commissione europea - ha ricordato come ''la legge italiana sia modello internazionale''. L'ulteriore passo, sempre secondo Legambiente e che ora si completi la rivoluzione italiana con l'approvazione, da parte del Parlamento del disegno di legge che bandisce anche i sacchetti di plastica tradizionale con gli additivi chimici, spianando la strada alla produzione e commercializzazione solamente dei sacchetti biodegradabili.

> leggi

Poo Wi-Fi, bizzarro progetto in Messico

Connessione ad internet gratis in cambio di escrementi di animali

Convincere la gente a ripulire gli escrementi dei loro cani nei luoghi pubblici non è mai facile, basta dare un’occhiata a quante “mine anti uomo” sono sparse nel parco più vicino. Una società internet in Messico però ha avuto una bella idea: incentivare in maniera intelligente e incoraggiare la gente a raccogliere gli escrementi del proprio animale in cambio di connessione gratuita ad internet. Molti parchi della Città del Messico si stanno popolando di cassonetti di smaltimento che, in cambio di escrementi, attivano una rete wireless gratuita per un determinato periodo di tempo a seconda delle dimensioni del “deposito”. La società internet Terra ha collaborato con l’agenzia di pubblicità DDB Messico per ottenere dispositivi installati in dieci diversi parchi intorno a Città del Messico. L’originale servizio si chiama Poo Wi-Fi. Questi contenitori speciali sono piuttosto semplici: un proprietario di cane lascia cadere gli escrementi all’interno, i rifiuti vengono pesati e un timer viene attivato con un numero di minuti in base al peso ricevuto. Più peso significa più minuti. Mentre il timer fa il conto alla rovescia, chiunque nel parco può usufruire gratuitamente della connettività wireless. Delle hostess, nelle vicinanze, forniranno gratuitamente sacchetti di plastica per ogni proprietario di animale. La società Terra spera che questo potrebbe incoraggiare i proprietari di cani ad essere più consapevoli e avere maggiore senso civico. Lo scambio di connessione ad internet in cambio di feci potrebbe essere un’idea bizzarra ma se motiva le persone a
mantenere la pulizia degli spazi pubblici potrebbe rivelarsi un buon metodo nel lungo periodo.

> guarda

promozione

Prodotti ecocompatibili, nel 2015 in Europa il boom degli acquisti

In Europa entro il 2015 raddoppieranno le vendite di prodotti ecocompatibili. Si passerà da un volume di affari di 56 miliardi di euro del 2009 a 114 miliardi nel 2015, con un aumento del 104%. Questi alcuni dati contenuti nel rapporto commissionato dalla società inglese di indagini di mercato Kelkoo UK e realizzato dal Centre for Retail Research (CRR), che ha preso in considerazione tutti i prodotti ecologici, dagli alimenti e bevande alle lampadine a risparmio energetico, dai prodotti da giardino a quelli di bellezza, dagli articoli di cartoleria e gadget a quelli di abbigliamento, alle auto ibride e altro ancora. Nel 2009, in media, ogni nucleo familiare europeo ha speso 386 euro in prodotti ecocompatibili: al primo posto la Svizzera con 555 euro, seguita da Svezia e Danimarca. All’ultimo la Spagna con 315 euro. Secondo le stime del CRR, nel 2015 la media europea salirà a 751 euro. In termini assoluti, il Paese che oggi spende di più in prodotti ecologici è la Germania, con 30,2 miliardi di euro, seguita dalla Francia con 21,7 miliardi e dal Regno Unito con 19,8 miliardi.

“I prodotti ecologici saranno competitivi solo quando il portafoglio non aiuterà i consumatori a seguire la loro coscienza ambientalista“, ha commentato Bruce Fair, direttore esecutivo di Kelkoo UK. “La crisi economica globale può avere influito in due modi: da un lato sono diminuiti gli acquisti dei prodotti ecologici più cari, come gli alimenti biologici; all’altro, la gente si è interessata di più all’efficienza energetica, che consente un risparmio sul lungo periodo“, ha aggiunto Fair.

> leggi

promozione

Acqua: uno standard per ridurre i consumi

Lo Standard Idrico (Water Standard) richiederà alle aziende di misurare l’uso dell’acqua e dimostrare le iniziative prese per ridurne il consumo

Lanciato lo standard internazionale sulla riduzione idrica, allo scopo di incoraggiare le imprese a utilizzare l’acqua in modo più sostenibile. Carbon Trust, l’associazione del Regno Unito che ha sviluppato il progetto, ha fatto sapere che molti leader imprenditoriali non considerano la questione una priorità. Da qui la necessità di una nuova sensibilizzazione sul tema. Lo Standard Idrico (Water Standard) del Carbon Trust richiederà alle aziende di misurare l’uso dell’acqua e dimostrare le iniziative prese per ridurne il consumo. La stima è che oltre il 60% delle città europee consumino acqua a un ritmo più veloce di quanto possano rifornirla. I dati Onu mostrano inoltre che il 70% dell’acqua globale è utilizzata per scopi di irrigazione, il 22% per scopi industriali e l’8% a fini domestici.
Il ricorso alle risorse idriche dovrebbe aumentare del 50% entro il 2025 nei paesi in via di sviluppo e del 18% in quelli sviluppati, spiegano gli esperti.

> leggi

promozione

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2012: è boom di adesioni

Grande successo per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2012 (17-25 novembre) vicina quota 5.300 azioni validate

Sono 5.281 le azioni validate della quarta edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Week for Waste Reduction – EWWR), in programma dal 17 al 25 novembre, che si preannuncia come la più partecipata di sempre. L'edizione di quest'anno va oltre le aspettative, superando decisamente le oltre 900 azioni validate lo scorso anno, che permisero comunque all’Italia di essere il secondo Paese a livello europeo per numero di progetti. La novità di quest’anno è l’istituzione del Premio Nazionale Italiano per premiare le azioni più virtuose di ogni categoria che dimostreranno di aver raggiunto gli obiettivi della “Settimana” in visibilità e aspetti comunicazionali; originalità ed esemplarità; qualità del contenuto e concentrazione sulla prevenzione dei rifiuti; riproducibilità dell’azione e follow-up in termini di impatto a lungo termine.

> leggi

2.000 Boc'n Roll distribuiti al MotorShow di Bologna 2011

Finalmente è arrivato in Italia l'avvolgipanino ecologico! Basta carta e alluminio usa e getta! Educhiamo i ragazzi anche con piccoli gesti, incentivando l'uso di involucri riutilizzabili.

Boc'n roll è pensato per panini, sandwiches, frutta, biscotti, etc...
Usalo per i tuoi spuntini adattando lo strip di chiusura alla dimensione giusta. Fa anche da tovaglietta, lo puoi riusare tutte le volte che vuoi e per pulirlo, nessun problema: va in lavatrice a 30°...

> guarda